Area di Ricerca
Dal consumo all’uso

Dalla comunicazione del prodotto alla comunicazione nel prodotto

Il valore d’uso dei prodotti e dei servizi è spesso superiore rispetto al loro prezzo sul mercato, e questo è tanto più vero in un settore come quello primario, in cui le connessioni con ambiti quali la salute, la sostenibilità, l’identità e la cultura sono strettissimi.
Per passare dal consumo all’uso, del cibo, della terra, delle risorse, è necessario attivare relazioni tra tutti i portatori d’interesse – compresi i cittadini che possono affrancarsi dal ruolo di passivo consumatore – affinché siano consapevoli del reale valore e partecipino insieme a progetti di sviluppo sostenibile dei territori che smettano di consumare risorse per passare ad un loro uso, consapevole e sostenibile.

Ambito d’Intervento
Agricoltura e sviluppo del territorio. Una nuova idea e una nuova pratica di valore
Il concetto di valore, e la sua applicazione pratica in tutti i settori socio-economici, culturali e politici, deve essere radicalmente ridefinito.
Non è più sostenibile, da nessun punto di vista, che esso sia fatto coincidere – come oggi accade nella maggior parte dei casi – con una sua definizione basata su parametri esclusivamente economico-finanziari.
Scopo
Lo scopo della ricerca è quello di favorire in tutti i soggetti coinvolti nei processi di creazione di valore nell’ambito dell’agricoltura e dello sviluppo del territorio (dai produttori agli amministratori, dai ricercatori ai cittadini) una riflessione circa la differenza tra consumo – di un prodotto, di una risorsa, di un territorio – e uso degli stessi. Se il consumo – a partire dalla sua etimologia di consumere – ha a che fare con il “prendere interamente” e quindi “togliere del tutto” dalla disponibilità altrui, l’uso non determina necessariamente l’esaurimento di una risorsa: la conoscenza, ad esempio, è una risorsa che si incrementa via via che viene usata, così come il capitale sociale e la fiducia.
Obiettivo

Il principale obiettivo di questa area di ricerca consiste nel contribuire a sostenere una più ampia ridefinizione e messa a punto del concetto di valore, che non può più essere limitato agli aspetti monetari. Questa ridefinizione sarà attuata partendo dall’ambito agricolo ma esplorando e approfondendo anche le sue integrazioni con altri ambiti, quali quello della salute umana e dell’ambiente e delle identità locali.
Nello specifico, si tratta di mettere a sistema gli elementi in grado di individuare prima, e comunicare poi, il valore reale di un prodotto agricolo e/o di un alimento, che non può coincidere con il suo prezzo di acquisto o di vendita, ma deve comprendere il valore generato da quel prodotto quando si prendano in considerazione tutti gli aspetti rilevanti, che contengono le ricadute sanitarie, paesaggistiche e turistiche, ambientali e culturali/identitarie.

I Progetti di Ricerca

L’Area di ricerca Dal Consumo all’uso è alimentata da (e, a sua volta alimenta) Progetti di ricerca diversi ma strettamente collegati tra loro, che vedono il coinvolgimento, oltre ai ricercatori di sAu, di soggetti attivi all’interno di contesti pubblici e privati, istituzionali e imprenditoriali.

Progetto di Ricerca

Nuovo EVO

Individuare e certificare il valore dell’olivicoltura nello sviluppo sostenibile dei territori
Il progetto prevede l’ideazione e la realizzazione
di una strategia di comunicazione basata
sulla Comunicazione Generativa, funzionale a
rigenerare e valorizzare la cultura dell’olio e
dell’olivo, a partire dalla necessità di indagare,
documentare e affrontare le tematiche, le criticità
e le potenzialità centrali per il settore
e per l’intero territorio nazionale, secondo una
visione di sistema e di responsabilità sociale.

Progetto di Ricerca

COLTI.V.A.R.

Coltivare il Verde per la tutela dell’Ambiente e la valorizzazione di Risorse
Il Progetto intende favorire la generatività dei territori ulivetati italiani e delle comunità locali, attivare la capacità di prendersi cura, animare il desiderio di immettere nuova vita nei territori rurali a rischio di spopolamento e abbandono. Per raggiungere questo scopo, si intende attivare una filiera imprenditiva e creativa, orientata alla transizione verso uno sviluppo sostenibile basato sui processi produttivi olivicoli, culturali e turistici.

Progetto di Ricerca

La forchetta in campo
Un’educazione alimentare per tutti
Quanto conosciamo ciò di cui ci nutriamo tutti i giorni? Da dove viene, chi l’ha prodotto, e come?
Quali effetti – positivi o negativi – avrà sulla nostra salute? Un’indagine condotta dal Centro Ricerche sAu e nata nel contesto del Master in Comunicazione Medico-Scientifica e dei Servizi Sanitari.

Dal giornale del Centro Ricerche sAu

Di seguito una selezione di contributi pubblicati sul giornale del Centro Ricerche con i quali stiamo promuovendo il confronto sull’Area di Ricerca Dal consumo all’uso

Dal consumo all’uso

I numeri che mancano: storie di quotidiana ricerca.
Il caso delle ulivete abbandonate in Italia

I numeri sono considerati per lo più come dati oggettivi, ma spesso mancano proprio i numeri necessari per trovare soluzioni ai problemi più rilevanti. In questo articolo si propone una breve riflessione sui numeri dell’abbandono delle ulivete in Italia, argomento di grande attualità e urgenza, ma sulle cui reali dimensioni è estremamente difficile reperire dati.

Dal consumo all’uso

Crisi economica o crisi comunicativa?
Un’indagine sulla comunicazione online dei valori dell’olio d’oliva in Italia

Il settore dell’olio d’oliva si trova in crisi da tempo, prima a causa dei danni provocati dalla pandemia e dalla guerra in Ucraina, poi a causa della crisi economica che caratterizza l’attuale periodo storico. Per questo è necessario riscrivere il modo in cui parliamo di olio, trattandolo nei suoi impatti a livello di sistema: sul fronte della salute umana e ambientale, su quello dello sviluppo sociale e identitario, individuando iniziative sul territorio che coinvolgano i cittadini, i produttori e gli esperti del settore olivicolo e della comunicazione.

Di seguito una selezione di documenti, contributi pubblicati, progetti che – attraverso la nostra sAu Library – contribuiscono a rafforzare il knowledge dell’Area di Ricerca

Articoli
Carne, latte e cereali: dalla comunicazione
del prodotto alla comunicazione nel prodotto
Il saggio presenta un progetto di ricerca realizzato in collaborazione con le aziende dell’Associazione Produttori Biologici del Mugello. Scopo del progetto
era quello di realizzare un “Marchio collettivo
territoriale biologico Mugello” che valorizzasse e
promuovesse i prodotti agricoli biologici
,
attraverso accordi tra produttori che ne regolino
scambi e relazioni. I ricercatori sono stati chiamati a sviluppare un processo partecipativo, in linea con quanto promosso dal paradigma della
comunicazione generativa, che portasse alla realizzazione del logo del Marchio Territoriale Collettivo, attraverso una serie di azioni comunicative finalizzate a far incontrare e dialogare i diversi
portatori d’interesse chiamati in causa.
Volumi a stampa
La sostenibilità scomunicata.
Cosa stiamo sbagliando e perché

“La buona notizia, quindi, è che possiamo perseguire lo sviluppo e la prosperità anche senza dover ricorrere alla crescita economica. Quella cattiva è che l’attuale modello economico, basato su una infinita rincorsa ai consumi sostenuta e rafforzata dal trionfo di un paradigma meccanicistico della comunicazione, e la quasi totalità del sistema politico, concentrato sulla rincorsa alla crescita del Pil ad ogni costo, fanno di tutto per farci credere il contrario. Ma, come ampiamente dimostrato dalla storia, i modelli economici, i paradigmi comunicativi e i sistemi politici non sono dei monoliti eterni e inattaccabili.”
p. 37

Dall’Archivio Storico

Progetto Biologico Mugello

Il progetto nasce per rafforzare l’identità comunicativa dell’Associazione prima ancora
di definire gli strumenti per comunicarla
ai portatori d’interesse. Una delle attività proposte
è stata quella di creare un marchio territoriale collettivo, partendo dalla formalizzazione e condivisione di un paesaggio immaginifico, caratterizzato dalle immagini e dai monumenti maggiormente identitari percepiti come tali dalle aziende presenti sul territorio mugellano.
Vuoi accedere all’Archivio Storico dei Progetti
di Comunicazione Generativa?